Taglio al Plasma e calandratura

Taglio al Plasma e calandratura

Franchino s.r.l. con la sua trentennale esperienza nel Taglio al Plasma e nella lavorazione su misura e  vendita di materiali ferrosi si pone tra le aziende leader del settore. Se si è in possesso dei macchinari giusti si possono ottenere differenti lavorazioni dallo stesso pezzo, andando a ridimensionarlo e piegarlo a seconda delle esigenze della ditta o del cliente per cui si sta lavorando.

Comprare Follower, Comprare Like, Social Media Marketing

Taglio al plasma

Un metodo di taglio dell’acciaio che avviene tramite una torcia al plasma che fonde il materiale nella zona a cui viene a contatto. Questo metodo ha le sue radici in uno già esistente e conosciuto ovvero, la saldatura con getto al plasma ora sempre più affidabile e sicura grazie all’introduzione dell’ugello. Quest’ultimo ha reso il getto sottile, rigido, stabile e potente permettendo tagli sempre più perfetti. 

Come funziona il tagli al plasma ?

Un sistema di taglio al plasma è composto fondamentalmente da una testa di taglio (torcia) composta da un ugello al cui interno è posto un elettrodo, da un circuito elettrico ed uno di gas in pressione. Tra l’elettrodo e l’ugello (arco non-trasferito) o più comunemente tra l’elettrodo e lo stesso pezzo da lavorare (arco trasferito) si impone una differenza di potenziale che innesca la ionizzazione del gas che fluisce nell’ugello e il passaggio di corrente tramite un arco auto-sostenuto che trasferisce energia termica al gas. Il gas ionizza e, in stato di plasma, si proietta sul pezzo da lavorare cedendogli calore.

Precauzioni

Purtroppo questo tipo di lavorazione deve richiedere una particolare attenzione da parte di chi la utilizza, poiché crea emissioni di vapore, l’esposizione a forti luci, rumori assordanti e passaggio di corrente ad alto voltaggio. Prevenire prendendo le giuste precauzioni in merito, è l’unico modo di salvaguardare la propria salute.

La Calandratura

Questo tipo di lavorazione è possibile solo grazie alla Calandra, composta da tre rulli riscaldati di solito o in acciaio o in ghisa, mossi da un motore che permette ai rulli di girare. Quando i fogli di metallo vengono posti all’interno, grazie alla curvatura dei rulli il metallo si deforma e si modella a seconda della vicinanza tra di essi. Ovviamente il metallo si deforma seguendo un “percorso” prestabilito attraverso un processo di progettazione del pezzo, arrivando a creare coni, condotte metalliche, cilindri e anche sagomature di sezioni trasversali. Il tipo di metallo utilizzato è molto importante sceglierlo con cura, poiché da esso può dipendere la buona riuscita di un pezzo; infatti ci sono metalli più adatti ad esempio per la piegatura in aria come le lamiere più spesse e metalli più adatti alla Piegatura a fondo cavo in cui è più adatta una lamiera sottile e malleabile.