Riapertura per Il “Weest” di Raffaele Nicotra

Riapertura per Il “Weest” di Raffaele Nicotra

Comprare Follower, Comprare Like, Social Media Marketing

Il tribunale di Trieste ha infatti omologato la richiesta di concordato in continuità che l’amministratore unico e titolare di Erre Ristorazione aveva presentato «per tutelare i punti vendita e i dipendenti», spiega Nicotra.

Ad acquisire e gestire i locali triestini e il Weest sarà la Sarafin spa dell’imprenditore Gabriele Ritossa, di Trieste, amministratore unico di 34 società e con 800 dipendenti che operano in tutt’Italia nei settori delle case di riposo, dell’immobiliare, dell’edilizia e, appunto, anche della gastronomia.

L’intera procedura di concordato è stata seguita da Nicotra con grande attenzione per la continuità nell’attività. «È stato fatto uno sforzo importante per produrre un piano industriale che desse continuità all’attività dei locali – ha spiegato Nicotra –. È stato affidato a un imprenditore che ha una struttura organizzativa e finanziaria molto solide, tanto che i creditori non si sono opposti a questa proposta».

In seguito a questa operazione, il Weest di via Battisti potrà riaprire i battenti dopo il riavvio avvenuto i primi di marzo per un periodo piuttosto breve: ora la nuova proprietà darà lo slancio e potrà effettuare i finanziamenti adatti per garantire continuità a un’attività molto frequentata.

Nicotra aveva creato la Erre Ristorazione per raggruppare in un unico soggetto giuridico una decina di locali in tutta la regione che si occupavano di ristorazione: dopo il concordato la società uscirà completamente di scena. La richiesta di concordato per i locali ancora in gestione era stata presentata al tribunale di Trieste il 12 marzo 2018. L’ammissione è arrivata nell’ottobre 2018 e lo scorso aprile si è presentata l’opportunità di acquisizione da parte di Ritossa. Mercoledì il tribunale ha omologato il concordato dando così piena attuazione all’operazione.