Perché comprare prodotti senza lattosio?

Perché comprare prodotti senza lattosio?

In commercio troviamo tanti prodotti che riportano la dicitura di senza lattosio, poiché privi quasi del tutto di questa molecola, se ne consiglia l’acquisto a chi soffre di intolleranza al lattosio.

Comprare Follower, Comprare Like, Social Media Marketing

Prima di decidere di eliminare il lattosio dalla propria dieta è bene rivolgersi a un nutrizionista o a un medico specialista che si accerterà dell’effettiva presenza di un’intolleranza tramite appositi esami. Fare questa scelta senza indicazione medica è del tutto consigliato.

Per riconoscere i prodotti senza lattosio bisogna osservare l’etichetta, che può portare due possibili indicazioni:

  • “senza lattosio”, se il tenore di lattosio è inferiore allo 0,1 g per 100 g o 100 ml;
  • “a ridotto contenuto di lattosio”, se il lattosio è inferiore a 0,5 g per 100 g o 100 ml.

Per questa tipologia di prodotto va anche riportata sull’etichetta l’indicazione del tipo “il prodotto contiene glucosio e galattosio in conseguenza della scissione del lattosio”.

Se state cercando una lista ufficiale dei prodotti senza lattosio, dovete sapere che attualmente non c’è né una ufficiale, per accertarsi dell’assenza di fonti di lattosio, bisogna sempre controllare le etichette come detto nel paragrafo precedente.

In quali alimenti si trovano tracce di lattosio?

Se siete intolleranti al lattosio, ci sono alcuni alimenti da evitare. In natura, il lattosio è presente solo nel latte e nei suoi derivati, ma nell’industria alimentare viene usato come additivo o ingrediente, per cui bisogna prestare attenzione quando si fa la spesa.

Ritroviamo il lattosio come additivo nei seguenti alimenti: carni lavorate, pane, prodotti da forno, caffè solubile e bevande pronte, piatti pronti, condimenti per insalata, margarina, caramelle, snack.

Quali alimenti sono senza lattosio?

Negli ultimi anni, sono tante le industrie alimentari che hanno lanciato prodotti senza lattosio, tra questi latte vegetale, come latte di soia o latte di mandorla, latte condensato il cui contenuto di lattosio è molto basso.

Il latte delattosato ha permesso di vendere formaggio senza lattosio con lo stesso sapore tradizionale di quello che lo contiene, tra le marche più famose c’è il produttore Exquisia.

Questo fa si che esistano moltissimi alimenti che derivano dal latte ma che sono privi di lattosio tra cui il burro senza lattosio, la mozzarella senza lattosio, lo yogurt senza lattosio, il mascarpone senza lattosio, la panna e il gelato senza lattosio, inoltre ci sono anche formaggi stagionati privati di questa molecola.

A meno che non ci si trovi davanti a un effettivo problema di intolleranza al lattosio, seguire una dieta priva di quest’ultimo può causare un minor assorbimento di calcio.

I soggetti che sono intolleranti a lattosio devono consumare alimenti ricchi di calcio senza lattosio, per evitare che l’organismo abbia una grave carenza di questo importantissimo minerale.

Un soggetto sano che non presente alcuna intolleranza non dovrebbe esporsi alla carenza della molecola del latte e di conseguenze, del calcio, mentre chi ne è affetto, deve fare attenzione e preferire prodotti senza lattosio come quelli del marchio Exquisia, poiché anche piccolissime quantità possono portare alla comparsa di sintomi fastidiosi.

Ne consegue che per un soggetto sano, esporsi a tale rischio sia controproducente visto che il lattosio, seppur uno zucchero, non è responsabile di aumenti di peso. Le concentrazioni all’interno degli alimenti sono irrisorie, seppur sufficienti a causare i sintomi sopra riportati nei soggetti intolleranti