Pasta fresca senza glutine

Pasta fresca senza glutine

Come da tradizione italiana, la pasta fresca fatta in casa non può mancare sulla tavola, soprattutto la domenica, un piacere che può essere goduto anche da chi è intollerante al glutine e deve escludere la proteina del grano dalla propria alimentazione.

Comprare Follower, Comprare Like, Social Media Marketing

Preparare la posta fresca senza glutine è semplice, basta utilizzare qualche trucco e il risultato sarà eccezionale, nulla da invidiare alla pasta con farina di grano.

Ricordiamo che ci sono tante ricette senza glutine, oltre alla pasta è possibile preparare il pane, i biscotti, la pizza e tutti i prodotti da forno desiderati, inoltre, in commercio si trovano tantissime proposte gluten free per rendere più semplice la vita agli intolleranti al glutine.

Ingredienti per la pasta fresca senza glutine

Utilizziamo il grano saraceno, circa 250 grammi di farina, poi 80 grammi di farina di riso o di quinoa, 4 uova, un pizzico di sale, un cucchiaio di olio Evo e acqua.

Accertarsi sempre che le farine acquistate abbiamo la dicitura “senza glutine”, molto importante soprattutto se dovete servire la pasta a delle persone celiache.

Setacciamo le farine in una ciotola, poi su una spianatoia facciamo un buco al centro della montagna, rompiamo un uovo alla volta, prima di versarlo nella conca, sbattiamolo in una ciotola; aggiungiamo sale e olio e amalgamiamo l’impasto, portando la farina verso il centro, impastiamo vigorosamente.

L’impasto va lavorato fino a ottenere un composto liscio, omogeneo e maneggevole, aggiungere poi altra acqua nel caso risulti duro sotto le mani. Se, invece, sembra troppo morbido, aggiungiamo altra farina.

Lasciamo riposare qualche minuto, poi stendiamo la pasta e usiamo la macchina per tirare la pasta fresca, facciamo delle sfoglie poi diamogli la forma desiderata, le fettuccine potrebbero essere un’ottima idea.

Approfondimento

Le farine senza glutine hanno una capacità di assorbimento dei liquidi maggiore rispetto a quella di frumento, questo vuol dire che quando viene lavorata, bisogna adattarsi al composto e agli ingredienti, rendendosi conto di quanto quella usata in quel momento stia assorbendo o meno i liquidi.

Il problema che si riscontro spesso durante la lavorazione delle farine senza glutine è proprio quello dell’aver utilizzato troppa acqua, in questo caso è necessario correggere l’impasto aggiungendo altra farina, fino a ottenere un composto della giusta consistenza.

Inoltre, il glutine da elasticità alla pasta, in sua assenza maneggiarla sarà molto più difficile, per cui quando decidiamo di passarla all’interno della macchina della pasta, dobbiamo fare molta attenzione perché le probabilità che si spezzi sono molto alte.

Stesso discorso vale per l’impasto della pizza, anche in questo caso va lavorato e maneggiato con cura, se provate la farina di riso, il risultato potrebbe essere molto ben diverso e lontano, in termini di consistenza, da quello dell’impasto classico.

Per cui, se si vuole utilizzare una farina senza glutine e ottenere una pizza dalla consistenza simile a quella del frumento, provate la farina di grano saraceno o quella di quinoa, vi sembrerà più corposa sia da lavorare che da mangiare.