Mercati azionari, Milano guida la marcia delle Borse europee

Mercati azionari, Milano guida la marcia delle Borse europee

Giornata positiva per i mercati azionari europei, con la Borsa di Milano che si mette in testa. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +1,24%, il FTSE Italia All-Share a +1,38%, il FTSE Italia Mid Cap a +1,48%, il FTSE Italia STAR a +1,21%.

Comprare Follower, Comprare Like, Social Media Marketing

I driver dei mercati azionari

mercato azionarioI mercati europei chiudono in rialzo grazie al sentiment positivo degli investitori sull’imminente firma della “Fase1” tra USA-Cina. Per questo si aspetta il discorso del Presidente Trump, che potrebbe annunciare l’imminente chiusura delle trattative commerciali tra Stati Uniti e Cina. Questo fronte potrebbe spingere la Casa Bianca a rinviare di altri 6 mesi l’introduzione delle tariffe sulle auto, in virtù di colloqui costruttivi con le aziende europee per un aumento degli investimenti e della forza lavoro negli Usa.

Una prospettiva che rafforza il dollaro, in rialzo dello 0,15% rispetto a un paniere di sei valute. L’euro si muove debole, con il cambio a 1,1012, mentre i migliori indicatori forex affidabili continuano a evidenziarne una certa debolezza.

Anche le altre principali Borse europee vanno in guadagno. Francoforte avanza dello 0,65%, Londra segna un incremento marginale dello 0,50%, Parigi sale di un frazionale +0,44%. Nel frattempo, Wall Street in verde: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,4%, NASDAQ Composite +0,6%, Dow Jones Industrial +0,2%.

I titoli in evidenza a Milano

A Milano è stato il comparto bancario a spingere forte, capitalizzando le dichiarazioni della Merkel sul progetto dell’unione bancaria europea. Come si può vedere sui broker di trading online autorizzati, in questo comparto spiccano Ubi Banca (+2,78%), il +2,03% di Unicredit, il +2,01% di Mediobanca, che oggi ha presentato il piano industriale 2023 dove si stimano ricavi e utile per azione in aumento del 4% a, rispettivamente, 3 miliardi e 1,1 euro. In primo piano anche Fineco, che mostra un forte aumento del 2,69% ed Azimut, in progresso del 2,58%.

In luce sul listino milanese anche i comparti tecnologia (+2,12%) e media (+1,77%). Chiusura in positivo anche per Enel (+1,79%). Giornata di acquisti anche per STMicroelectronics (+2,27%) in scia delle indicazioni positive arrivate dalla tedesca Infineon Technologies. In fondo alla classifica, sensibili ribassi si manifestano nel comparto alimentare, che riporta una flessione di -0,43%.