Le caratteristiche dell’illuminazione in soggiorno

Le caratteristiche dell’illuminazione in soggiorno

La zona living di una casa, comunemente chiamata in italiano zona giorno è la parte più importante dell’abitazione perché solitamente è l’area dove passiamo la maggior parte del nostro tempo, in solitudine leggendo un libro o in compagnia magari di qualche amico invitato dopo cena. La quantità del tempo trascorso in questa parte della casa fa si che ci sia la necessità che rispecchi non solo il nostro gusto ma che per noi sia piacevole e funzionale trascorrere lì il tempo a qualsiasi ora del giorno e in qualunque periodo dell’anno. Per questo motivo la progettazione dell’illuminazione del soggiorno gioca un ruolo fondamentale, in quanto la luce con cui una stanza viene illuminata ha la capacità di alterarne la percezione degli spazi e dei colori.

Comprare Follower, Comprare Like, Social Media Marketing

 

Illuminazione naturale

 

Per riuscire a raggiungere l’obbiettivo di illuminare in modo ottimale il soggiorno, prima di tutto bisogna essere consapevoli che l’illuminazione perfetta è più semplice da raggiungere se si parte da una buona base, ossia se la stanza possiede già una buona illuminazione naturale. Questo significa che se la stanza è molto luminosa di per sé, partirete avvantaggiati nel riuscire a trovare la giusta illuminazione che saprà valorizzare l’arredamento che avete scelto e la disposizione degli spazi.

Dove possibile, uno dei metodi più semplici è quello di sfruttare le pareti che danno all’esterno istallando delle ampie vetrate o delle porta-finestre che riusciranno a illuminare la stanza nella sua interezza. Oltre a ciò è consigliabile posizionare l’area living nella zona a sud della casa, in modo da poter sfruttare appieno la luce del sole durante tutto l’arco della giornata.

Un altro tema principale da considerare quando si progetta l’illuminazione della zona giorno è il grado di luminosità. Nel caso in cui la stanza fosse troppo buia risulterebbe scomoda da essere vissuta, in quanto vi trovereste a sforzare la vista per cercare di fare qualsiasi cosa. Se invece pensate di risolvere il problema inondando la stanza con un eccesso di luce, mi dispiace ma risolverete un problema creandone un altro. L’eccesso di luce infatti affatica gli occhi allo stesso modo di un eccesso di oscurità.

 

Tipologie di illuminazione

 

Alcune caratteristiche dell’illuminazione per il soggiorno tra cui è possibile scegliere sono il colore della luce e la sua regolazione.

Partendo dai colori delle lampadine è possibile optare per una luce bianca più chiara oppure per una gialla più accogliente. La scelta dovrà essere fatta in base ai colori dell’arredamento della zona giorno e anche basandosi sul colore della luce delle altre stanze della casa, per evitare stacchi di luce troppo bruschi quando si passa da una stanza all’altra.

Lilluminazione inoltre può essere fissa o variabile, il che significa che nel caso della luce fissa attraverso l’interruttore possiamo semplicemente accendere-spegnere, mentre se si opta per quella variabile è possibile regolare l’intensità della luce.

In più è possibile scegliere se optare per un’unica fonte di luce principale o se a questa affiancare delle luci su piani differenti, come una lampada da terra o da tavolo.

Le tipologie di illuminazione tra cui scegliere sono numerose e non tutte si adattano a ogni esigenza, per questo è importante provare a visualizzare possibili scenari di vita quotidiana prima di scegliere.