Informazioni sulla psichiatria a San Polo

Le alternative dovrebbero essere illustrate.

Nella medicina generale, lo standard per il consenso informato include comunicare la natura della diagnosi, lo scopo di un trattamento o di una procedura proposti, i rischi e i benefici del trattamento proposto, e informare il paziente su terapie alternative così che questi possa fare una scelta consapevole.

Gli psichiatri normalmente non informano i pazienti dei trattamenti in cui non sia necessario l’uso di farmaci, né tanto meno prescrivono sufficienti analisi mediche per poter escludere che il loro problema non sia dovuto a una condizione fisica mai curata che si manifesta come sintomo “psichiatrico”.

Non informano accuratamente i pazienti sulla natura delle diagnosi che richiederebbero informare il paziente sul fatto che le diagnosi psichiatriche sono del tutto soggettive (basate solo sul comportamento) e non hanno validità scientifico/medica (niente raggi X, esame del cervello, test di squilibrio chimico che dimostrino se qualcuno ha un disturbo mentale).

Tutti i pazienti dovrebbero avere quella che viene chiamata una “diagnosi differenziale”. Il medico si procura i dati completi e conduce un esame fisico completo, esclude tutti i possibili problemi che potrebbero causare un insieme di sintomi e descrive gli eventuali effetti collaterali delle terapie consigliate.

Ci sono numerose alternative alle diagnosi e ai trattamenti psichiatrici, comprese cure mediche standard che non richiedono alcuna etichetta degradante e propriamente psichiatrica, né nessun farmaco che altera la mente. I governi dovrebbero approvare e finanziare i trattamenti non farmacologici quali alternative alle droghe pericolose che si sono rivelate non più efficaci del placebo e più pericolose della maggior parte delle droghe da strada.

Il comitato internazionale.

Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) Onlus, è un’organizzazione di volontariato non a scopo di lucro, finalizzata a investigare e denunciare le violazioni psichiatriche dei diritti umani.

Il CCDU è stato fondato in Italia nel 1979 ed è diventato una Onlus nel 2004. Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) Onlus è una organizzazione indipendente ed è collegato ideologicamente al CCHR (Citizen Commission on Human Rights), che ha sede a Los Angeles.

Il CCHR International è stato fondato nel 1969 dalla Chiesa di Scientology e dal Professor Thomas Szasz, professore emerito di psichiatria all’Università di Syracuse, Stato di New York e autore di fama internazionale. A quel tempo le vittime della psichiatria erano una minoranza dimenticata, segregate in condizioni terribili nei manicomi sparsi nel mondo. In seguito a ciò, il CCHR elaborò una dichiarazione dei Diritti Umani sulla Salute Mentale che è diventata la linea guida per le riforme nel campo della salute mentale.