Comprare Follower, Comprare Likes, Comprare views.

Immagini ottimizzate per siti web

Quando in fase di progettazione del tuo nuovo sito WordPress, prevederai una home page ricca di immagini. Uno slider, le aree rappresentative dei tuo servizi, saranno caratterizzate da un’immagine o un’iconografia. In entrambi i casi le soluzioni (oltre a Google…) sono diverse. Se il sito è quello di un tuo cliente ti confronterai con lui per trovare assieme la migliore immagine coordinata. Userai immagini rappresentative della sua attività, scegliendo fotografie, icone e illustrazioni dalla tua banca dati. O semplicemente acquistandone una, o più di una, usando i crediti del tuo nuovo account. Questi sono i siti principali:

Comprare Follower, Comprare Like, Social Media Marketing
Immagini a pagamento
  • Fotolia (la banca di immagini italiana oggi di Adobe Stock)
  • Shutterstock (la più grande banca immagini, video e contenuti vettoriali)
  • Istockphoto (la banca immagini di Getty Images)
Immagini free copyright
  • Pexels (un’ottima banca immagini free)
  • Unsplash (offerte dalla comunità di fotografi internazionali)
  • Freepik (immagini vettoriali, illustrazioni, icone)

Questi sono solo alcuni dei siti web che abbiamo trovato in rete. Ma ce ne sono altrettanti utili al nostro lavoro. Cercare immagini per siti web utili a rappresentare un concept, un brand, un sogno. E tu quali siti o banche immagini usi?

I formati immagini (in pixel) per WordPress

WordPress è responsive, lo sappiamo tutti. Quello che forse è poco noto invece, è che per ogni singola immagine WordPress genera circa 10/12 anteprime di dimensioni diverse all’originale. Quando caricherai un’immagine per il tuo slider che vorrà essere a schermo intero, generalmente userai una foto a base 1920 pixel. Mentre per il blog avrai 2 possibilità: 960 pixel o 1240 pixel. Il tuo originale deve avere misure precise che corrispondono alle diverse risoluzioni degli schermi.

Non ti preoccupare, se caricherai un’immagine con il corretto formato di base, sarà poi WordPress, generando le anteprime, a fare il resto. In modo tale che se il tuo tema è stato ben progettato nelle visualizzazioni desktop e mobile avrai sempre l’immagine nel formato giusto. Qualora così non fosse dovrai ricorrere alle media queries per modificare i tuoi fogli di stile (CSS).

Immagini ottimizzate con ShortPixel

Se il lavoro a monte è ben impostato siamo a metà dell’opera. Usiamo Photoshop come strumento professionale per editare e salvare per web le nostre immagini. Ne ho parlato in dettaglio in questo articolo: Come modificare foto. Successivamente avremo bisogno di un plugin che farà il resto del “lavoro sporco”. ShortPixel, già menzionato nell’articolo che ti invito a leggere, è il miglior plugin WordPress per ottimizzare immagini web. Sul nostro gruppo Facebook WordPress facile abbiamo pubblicato dei precisi testveritieri. ShortPixel è in grado di alleggerire un’immagine del peso dei 500 kbyte a meno della metà!

Per questo motivo è da 3 anni partner ShortPixel. Un plugin che, sviluppando un algoritmo proprietario, ha messo alla corda qualsiasi altro tool online. Il servizio, come tutti quelli professionali, è a pagamento con 2 formule precise. La prima prevede un abbonamento mensile. La seconda un pagamento una tantum valido per una certa quantità di immagini ottimizzate. Una volta installato il plugin e scelto il grado di compressione, tutte le operazioni si svolgeranno in automatico, creando una copia dell’originale che successivamente potrai eliminare. Hai bisogno di una consulenza? Contattaci!