I dolci più buoni della tradizione napoletana

I dolci più buoni della tradizione napoletana

Napoli è famosa in tutto il mondo per il buon cibo, in particolare per la pizza e i tanti dolci, ogni turista che mette piede in questa splendida città non può andar via senza aver provato il babà o sfogliatella.

Comprare Follower, Comprare Like, Social Media Marketing

Questi sono i due dolci più conosciuti della tradizione napoletana, ma in realtà ce ne sono a decine, per cui se non sei mai stato a Napoli ma pensi di andarci, ecco alcuni dei dolci più buoni che non dovrai lasciarti scappare.

Fiocchi di neve

Ideati da Ciro Poppella, si tratta di una ricetta semplice, pasta brioche super soffice con lievitazione di almeno otto ore e pieno composto da un mix di panna, ricotta di pecora e crema. La ricetta originale è un vero mistero, in giro si trovano tantissime imitazioni molto buone, ma che non riproducono alla perfezione il sapore originale.

Roccocò

È un dolce prodotto con farina, mandorle, zucchero, canditi e pisto napoletano, un miscuglio di diverse spezie. È stato preparato la prima volta nel 1320 nel convento della Maddelena, e secondo la tradizione, è il dolce dell’Immacolata. Viene cotto a forno, ha una forma tondeggiante simile alla ciambella schiacciata dalla grandezza di 10 cm.

Zeppole di San Giuseppe

Sono diffuse in tutta l’Italia meridionale, a Napoli sono molto famose, in particolare nei comuni vesuviani. La ricetta originale del 1837 di Ippolito Cavalcanti, prevede una pasta di farina, zucchero, uova e burro, fritta e poi ripiena di crema pasticcera, ricoperta da zucchero a velo e guardina con una ciliegina.

Cannoli di graffa

Questo dolce si trova ovunque in Campania, non solo nelle pasticcerie partenopee, anche se a Napoli ha trovato la sua origine. Si tratta di un incontro tra la graffa napoletana e un cannalo ripieno della classica crema pasticceria fredda. Anche andando in pasticceria Caserta i cannoli di graffa sono molti diffusi e richiesti come dolce per la domenica o come protagonisti della prima colazione.

Torta caprese

Negli anni ’20 nasce la torta caprese da un’idea di Carmine di Fiore, cuoco sull’isola di Capri, che dimenticò di aggiungere la dose necessaria di farina a una semplice ricetta di torta alle mandorle ne uscì il tipico impasto della torta caprese, oggi tanto amata.

Delizie al limone

Le delizie al limone sono un dolce tipico della penisola sorrentina, si tratta di un dolce simbolo della pasticceria al cucchiaio. Inventata nel 1978 dal pasticciere Carmine Marzullo, che pensò di unire la base del pan di spagna con bagna al limoncello, farcitura e glassa a base di crema al limone, il risultato fu quello che oggi conosciamo.

Millefoglie

La torta millefoglie è senza dubbio uno dei dolci più buoni ereditati dalla dominazione francese e poi entrata nella tradizione napoletana.

Si tratta di tre piani di sfoglia tra i quali è presente uno strato di crema pasticciera. La sua bontà ha fatto sì che venisse rivisitata in tanti modi, da quella alla frutta a quella al cioccolato, fino alla versione tiramisù.