Gelato artigianale, come riconoscere quello vero

Gelato artigianale, come riconoscere quello vero

Inutile negare, con l’arrivo della stagione estiva tutti quanti abbiamo voglia di degustare del buonissimo gelato artigianale. Ma come fare a riconoscere quello vero? Entriamo nei dettagli e scopriamolo assieme!

Comprare Follower, Comprare Like, Social Media Marketing

Come riconoscere il gelato artigianale

Uno dei primi elementi da prendere in considerazione è indubbiamente l’aspetto. Vedere delle vere e proprie torri di gelato, infatti, dovrebbe iniziare a farci sospettare. Se il gelato fuoriesce di molto rispetto alla linea del freddo senza dare segni di scioglimento, potrebbe indicare l’utilizzo di grassi vegetali idrogenati, in grado di resistere a temperature maggiori.

Un altro aspetto da considerare sono i colori troppo vivaci, che potrebbero indicare l’utilizzo di coloranti. Se si tratta di un gelato alla frutta, ad esempio, non può avere colori fluo. Allo stesso tempo è importante non farsi ingannare. Pensate ad esempio al colore pistacchio, la cui tonalità varia se si mette la buccia oppure no. Alla fine dei conti la prova del nove è sempre rappresentata dall’assaggio.

Se volete del gelato alla vaniglia e vedete spuntare una puntinatura scura, ad esempio, potete essere certi che siano stati usati dei veri baccelli, in caso contrario della semplice vanillina.

Una volta considerato l’aspetto visivo del gelato, passiamo alla consistenza. Ebbene, il vero gelato artigianale non deve essere troppo freddo, ovvero non deve dare in bocca una sensazione di gelo fastidioso. In questo caso, infatti, potrebbe indicare una scarsa incorporazione di aria, dovuta ad un gelato non ben equilibrato. Dall’altro canto non deve essere nemmeno troppo caldo, in quanto potrebbe essere dovuto ad un eccessivo incorporamento di aria.

Se tutto questo non bastasse, vi ricordiamo di dare un’occhiata all’elenco ingredienti. Se quest’ultimo non è esposto, chiedetelo. In fin dei conti è un vostro diritto. Allo stesso tempo se non è in bella vista, meglio porsi qualche domanda in più rispetto all’effettiva autenticità del gelato.

Gelato artigianale? L’importanza dell’assaggio

Dopo aver valutato l’impatto visivo e la temperatura, non resta che fare la prova dell’assaggio. Il vero gelato artigianale, infatti, non fa venire voglia di bere, avendo invece un tocco dissetante e rinfrescante.

Per quanto concerne la struttura, inoltre, ricordiamo che nel gelato vi sono dei cristalli. Quest’ultimi in realtà sono finissimi in modo tale che il composto finale risulti morbido e liscio sulla lingua. La presenza di cristalli grossi, a sua volta, può indicare un gelato non fresco o una vetrina con temperatura non ottimale. In ogni caso prestate la dovuta attenzione.

Per finire, un aspetto importante da valutare è il gusto. Ovviamente la nocciola deve sapere di nocciola, l’arancia di arancia e il limone di limone. Nel caso in cui non si riesca a captare il sapore, è ovvio che qualcosa non va. Ogni gelato, infatti, ha il proprio sapore e questo deve essere in grado di rimanere abbastanza sul palato.

Come avete potuto notare non vi sono degli indicatori validi in assoluto ed è possibile accettarne la validità solamente dopo l’assaggio. Se volete provare del vero gelato artigianale, però, una soluzione c’è. Recatevi presso una tipica gelateria Caserta ed in questo modo potrete deliziare il vostro palato.