Fibrillazione a Castel Volturno, trema la poltrona del sindaco Petrella: consiglieri chiedono consiglio comunale straordinario ed urgente

Fibrillazione a Castel Volturno, trema la poltrona del sindaco Petrella: consiglieri chiedono consiglio comunale straordinario ed urgente

CASTEL VOLTURNO. Piena crisi. L’aria che si respira a Castel Volturno è a dir poco rovente ed a darne prova evidente è il comunicato stampa diffuso dai consiglieri comunali Nicola Oliva, Anastasia Petrella, Rosa Raimondo, Guido Schiavulli e Peppe Scialla.

Comprare Follower, Comprare Like, Social Media Marketing

Che la poltrona di Luigi Petrella stia scricchiolando pare alquanto evidente, d’altronde, i consiglieri comunali sottolineano come tutto sia partito dalla conferenza stampa del gruppo consiliare della Lega di sabato 18” quando “i 3 consiglieri leghisti  Daria, D’Ausilio e la new entry Antonio Luise, hanno pubblicamente rimarcato le distanze dal Sindaco e dalla maggioranza – si legge -. Si sono addirittura scusati con i cittadini per l’errore commesso nello scegliere Luigi Petrella come Sindaco” e di aver subito “una truffa politica”.

“Già da ieri ci hanno comunicato la loro disponibilità ad andare dal notaio a firmare le dimissioni contestuali per mandare a casa l’amministrazione Petrella – si apprende dalla comunicazione ufficiale a firma dei consiglieri comunali -. Abbiamo avuto rassicurazioni e disponibilità in tal senso anche dalla consigliera Sperlongano di Fratelli d’Italia e voci di corridoio riportano qualche mal di pancia anche da parte del consigliere Vincenzo Riccardo. Quindi, oltre a noi 5 della minoranza, ci sarebbero altri 4, forse 5, consiglieri dissidenti con cui si porrebbe fine a questa nefasta esperienza amministrativa. L’appuntamento dal notaio sarebbe per domani e tutta la Città si aspetta che i consiglieri dissidenti abbiano realmente intenzione di liberare Castel Volturno senza rimangiarsi la parola detta e scritta. Lo sapremo presto perché in questi minuti (pomeriggio del 23 gennaio ndr), nella stanza del Sindaco, è in corso una riunione di tutta la (ex? – si chiedono -) maggioranza, Lega compresa. Nel frattempo, oggi stesso abbiamo protocollato una richiesta di convocazione urgente di un consiglio comunale straordinario per chiedere al Sindaco di riferire sui fatti che stanno accadendo. Vogliamo che Luigi Petrella dica ai cittadini castellani se a Castel Volturno è ancora in carica un’amministrazione comunale che sia in grado di affrontare efficacemente i problemi e cogliere tempestivamente le opportunità.  Soprattutto, i cittadini vorranno sapere se ci sia un’amministrazione libera e senza condizionamenti oppure se siamo tornati indietro ai tempi bui della politica sotto ricatto che ha fatto sprofondare il nostro territorio nel baratro del degrado e dell’ignominia”.

La nota, conclusa con l’hashtag #jatevenne, divenuto noto nella scorsa campagna elettorale, è accompagnata da una “richiesta di consiglio comunale straordinario ed urgente”, che abbia all’ordine del giorno “chiarimenti in merito alla crisi di maggioranza ed al consulente immobilismo amministrativo – comunicazioni del sindaco”.  Tale documento, presentato in data 23 gennaio e con numero di protocollo 3300, è stato posto all’attenzione del presidente del Consiglio Comunale, Pasquale Marrandino, del sindaco Luigi Umberto Petrella e del segretario comunale, dott.ssa Bianco.