Creme spalmabili, nel 2019 sarà guerra

Creme spalmabili, nel 2019 sarà guerra

Ferrero International ha chiuso il 2017 con ricavi intorno ai 10,5 miliardi di euro, in progresso dell’1,5% rispetto all’anno precedente. I conti sono migliorati grazie a prodotti come Ferrero Rocher, Kinder Sorpresa, Tic Tac e soprattutto Nutella, la leggendaria crema spalmabile che ormai è nota anche in Germania, Regno Unito e oltreoceano in Usa e Messico. In Italia Nutella detiene una quota dell’82% su tutte le creme spalmabili vendute, ma il 2019 si annuncia più duro del previsto per l’offensiva di alcuni competitor.

Comprare Follower, Comprare Like, Social Media Marketing

Finora le rivali di Nutella sul mercato italiano sono state alcune creme spalmabili a marchio, come Carrefour, Coop Solidal ed Esselunga. Poi c’è Novi, l’azienda piemontese di Novi Ligure (Alessandria) che da tempo ha lanciato una crema spalmabile con una percentuale di nocciole del 45% e senza olio di palma nella lista degli ingredienti. Nella Nutella, la percentuale di nocciole è invece del 13%. Anche se nutriscore attribuisce un punteggio più alto agli ingredienti della crema spalmabile Novi, essa non riesce ancora a insidiare Nutella nelle vendite.

Un’offensiva è in preparazione anche da Pernigotti, che a Natale andrà on air con uno spot di 15 secondi dedicato alla sua crema spalmabile. In realtà le creme Pernigotti saranno due, la classica alle nocciole e la novità al gusto cremino: per quest’ultima il feedback dei clienti è tutto da studiare. Purtroppo non è un gran momento per la “life quality” del brand Pernigotti: la fabbrica novese rischia da tempo la chiusura e la protesta dei lavoratori ha preso la via del boicottaggio dei prodotti.

Vedremo insomma se Pernigotti sarà un rivale credibile di Ferrero nel 2019. Da questo punto di vista sul mercato delle creme spalmabili appare temibile l’arrivo di un player forte come Barilla. Da gennaio 2019 Barilla lancerà Crema Pan di Stelle, sfruttando la notorietà e la reputazione del biscotto Mulino Bianco nato ormai 36 anni fa. Pan di Stelle ha già mostrato una buona capacità di brand extension nel settore delle merendine, delle torte e dei gelati. La Crema Pan Di Stelle sembra possedere una serie di caratteristiche confortanti sul piano della qualità: le nocciole saranno 100% italiane, l’olio di palma sarà assente e il cacao verrà acquistato da una fondazione che promuove il commercio equo e solidale. Proposta al momento in un unico vasetto da 330 grammi, la Crema Pan Di Stelle avrà anche una granella ricavata dall’omonimo biscotto. Basteranno queste golose caratteristiche ad impensierire sua maestà Nutella?

Potete trovare le migliori offerte su cibi e bevande su ScontieBuoni.it