I pericoli delle droghe: una campagna sociale di informazione

Oggigiorno la droga è entrata nella cultura giovanile, grazie a coloro che traggono vantaggio da essa, oppure da campagne mediatiche portate avanti da alcuni personaggi influenti, sino al punto che è più difficile starne fuori piuttosto che non “entrarci dentro”. Si può dire che il farne uso fa addirittura “moda”.

E’ molto alta la percentuale dei ragazzi cui si è presentata, e si presenta quotidianamente, la circostanza del prendere una decisione nei suoi confronti. Ed è ciò che viene deciso in quel frangente di vita che per alcuni di essi rappresenta l’inizio di un calvario.

La spinta al consumo è molto forte, ma non lo è altrettanto per la prevenzione. E’ da parecchi anni che si parla di questa piaga sociale, e dei tentativi fatti nello sforzo di limitarne i danni. Eppure la percentuale continua a crescere.

Il fenomeno non è più limitato alla figura dello sbandato di qualche anno fa o al locale specifico dove avveniva il consumo e lo spaccio. Attualmente lo scenario è diverso, il suo uso colpisce parecchie classi sociali, lo studente, l’operaio, la casalinga, il manager, lo sportivo, l’artista e il politico ed in circolazione ci sono svariati tipi di droghe da quelle naturali a quelle chimiche, con costi accessibili a tutti. Il suo uso avviene nelle scuole, caserme, discoteche, negli ambienti di lavoro ed altri luoghi ancora.

Tutto ciò ci porta a riflettere e a fare molto di più. Alcune volte lo sforzo nel portare avanti qualsiasi iniziativa sembra vanificato dalle grosse dimensioni di questo problema sociale, ma rimane il fatto che, per quanto esile possa essere tale sforzo, è nostra responsabilità fare qualcosa a riguardo nell’aiutare i giovani e la società.

La Chiesa di Scientology si fa carico di questo immane problema planetario e patrocina una campagna di informazione internazionale per arginare questo flagello.

Attraverso una rete di volontari che opera in ogni parte del pianeta, porta informazione sui pericoli delle droghe a persone dei cinque continenti, affinche sempre più persone siano consapevoli dei rischi che ogni persona  quando decide di fare che drogano l’organismo

E’ appurato che il miglior deterrente contro questa tendenza è la prevenzione. Una buona campagna di prevenzione dalla droga può cambiare un concetto, un comportamento e può salvare vite umane.