iNebula partecipa alla creazione della rete globale dedicata all’Internet of Things rendendo Milano sempre più Smart City

comunicati stampa gratis

 

La società del Gruppo Itway porta in Italia l’iniziativa internazionale The Things Network, fornendo accesso ad una rete wireless intelligente tramite i propri gateway e collegando gli oggetti ad una smart platform in logica IoT.

 

Milano, 8 febbraio 2016 – iNebula, società del Gruppo Itway, è in prima linea nell’implementazione di un’infrastruttura di smart city nella città di Milano. L’azienda ha infatti aderito all’iniziativa The Things Network – www.thethingsnetwork.org – e contribuisce con un gateway installato nella propria sede di Milano e con la gestione dei dati attraverso la piattaforma iNebula Connect. Si tratta del primo passo verso la creazione di un’infrastruttura aperta, partecipata da aziende private, ma anche da cittadini, che consentirà di mettere in rete oggetti, applicazioni e dati, in modo da offrire servizi a valore aggiunto alle aziende e ai cittadini secondo la logica dell’Internet of Things (IoT).

 

The Things Network è nata nell’estate del 2015 ad Amsterdam su iniziativa di un gruppo di startupper che nel giro di poco più di un mese, sono riusciti a coprire l’intera area cittadina. La rete di TTN si basa su una tecnologia a basso costo denominata LoraWAN™ e consente ai sensori a essa collegati di dialogare fra loro senza WiFi, 3G e abbonamenti a servizi mobile. L’iniziativa richiede investimenti contenuti – da un minimo di 200 € ad un massimo di 1.500 € per installare un gateway – ed è interamente finanziata attraverso Crowdfunding. Attualmente hanno aderito all’iniziativa 33 città e Milano è la prima città italiana ad avere avviato il progetto.

 

“Non appena siamo venuti a conoscenza di The Things Network, in iNebula ci siamo attivati”, ha commentato Giovanni Besozzi, Channel & Business Development Manager di iNebula. “Ci siamo fatti promotori dell’iniziativa sulla città di Milano mettendo a disposizione la piattaforma iNebula Connect e installando il primo gateway sul tetto del nostro ufficio; secondo i nostri calcoli, con meno di 10 gateway sarà possibile coprire l’intero territorio del comune. Fra rete, sensori, centrale di raccolta e piattaforma software, si tratta veramente di un investimento contenuto, con potenzialità di sviluppo davvero notevoli”.

 

Da un punto di vista pratico, la rete di The Things Network può essere utilizzata per monitorare la qualità dell’aria, per favorire una mobilità intelligente – ad esempio segnalando parcheggi liberi o la circolazione dei mezzi pubblici, per monitorare aree soggette ad allagamenti, e anche per tenere sotto controllo il bilancio energetico degli edifici pubblici e gestire l’illuminazione stradale in modo intelligente. Quando si parla di smart city, le applicazioni sono molteplici e il fatto di poter mettere in rete oggetti statici e in movimento, facendoli comunicare tra loro, comporta potenziali applicazioni pressoché illimitate, sia per servizi di pubblica utilità, sia per iniziative commerciali.

 

Gartner stima che di qui al 2020 vi saranno 26 miliardi di oggetti connessi alla Internet of Things, di questi, 250 milioni saranno autoveicoli, e non mancano osservatori come ABI Research che ormai parlano di Internet of Everything, in cui ogni aspetto delle nostre vite sarà connesso in rete. Questo è possibile grazie alla miniaturizzazione dei sensori e al fatto che l’”intelligenza” dei computer non risiede più nella macchina stessa, ma in rete nel Cloud. In questo contesto è facile intuire quali siano le potenzialità dell’IoT, dalla gestione del traffico cittadino, allo svago, alle applicazioni in contesto medico/sanitario, ad esempio con indumenti dotati di sensori che comunicano direttamente ai medici il decorso terapeutico dei pazienti in ospedale. Essere tra i primi a prendere l’iniziativa nell’implementazione delle smart city è un fatto strategico importante e iNebula, grazie alla propria tecnologia Connect, è pronta a cogliere questa opportunità.

 

Ulteriori informazioni su iNebula Connect sono disponibili all’indirizzo: https://www.inebula.it/servizi-cloud/inebula-connect.html

 

Ulteriori informazioni su “The Things Network – Milano” sono disponibili all’indirizzo: http://thethingsnetwork.org/c/milan e https://www.inebula.it/servizi-cloud/inebula-connect.html?moreinfo

 

##

 

Segui iNebula sui social:

 

 

 

 

 

Itway

www.itway.com

 

Itway

Fondata a Ravenna il 4 luglio 1996, quotata in Borsa Italiana dal 4 luglio 2001 (segmento AllStar), Itway S.p.A. è oggi a capo di un Gruppo che opera nel settore dell’Information Technology attraverso la progettazione, produzione e distribuzione di soluzioni di e-business. E’ presente in Italia, Francia, Grecia, Spagna, Portogallo e Turchia ed Emirati Arabi Uniti (EAU). Il Gruppo Itway opera come Value Added Distributor (VAD) di tecnologie software per l’e-business ed è, in tale area di business, leader di mercato in Italia, Grecia e Turchia. I clienti di Itway VAD sono “system integrator” e “value added reseller”, che vendono i prodotti agli utenti finali. Tra le principali tecnologie distribuite da Itway VAD in Italia: Acronis, Airwatch, Array, BackBox, Blue Coat, Check Point, Ctera, Extreme Networks, iNebula Cloud Computing, Ipswitch, KEMP Technologies, Lenovo, Microsoft, MicroFocus, Panda Security, Parallels, Performance Vision, Red Hat, Solarwinds, Spamina, Vidyo, VMware. Inoltre opera attraverso Business-e S.p.A. a cui fa capo tutta l’area strategica ASA VAR (Value Added Reseller), offre prodotti, servizi e consulenza mirati a formare e supportare le aziende nel campo dell’e-business, e mirati a difendere le aziende nell’area del cyber-security, cyber defense, cyber intelligence, cyber war, del Central Access Management, dell’Internetworking e del Wireless.

 

iNebula

www.inebula.it

 

Appartenente al Gruppo Itway, multinazionale quotata in borsa che opera nel settore IT con oltre 280 dipendenti in 6 Paesi europei e una recente nuova sede a Dubai per rafforzarsi ulteriormente nell’Area Medio Oriente e Nord Africa (la cosiddetta Middle East North Africa) con fatturato complessivo che supera i 100 milioni di euro. iNebula offre servizi SaaS e PaaS in cloud computing capaci di garantire la protezione e il successo di tutti gli aspetti chiave del business. Sicurezza, trasparenza e tutta l’eccellenza del Made in Italy. L’obiettivo è supportare il mercato nazionale e internazionale con risposte flessibili ed efficaci. Grazie alla sua ampia offerta in Videocomunicazione, Sicurezza e Internet delle cose (Fatturazione elettronica, Backup, Videocomunicazione, Gestione Contact Center, Governo dell’Internet delle cose, Risparmio Energetico, Videosorveglianza intelligente) e ai suoi data center italiani, iNebula assicura la salvaguardia dei dati, delle comunicazioni e governa l’Internet di tutte le cose.

 

 

Contatti Stampa:

 

AxiCom Italia

Allen Montrasio

allen.montrasio@axicom.com

 

Massimiliano Balbi

massimiliano.balbi@axicom.com